L’anamnesi: gli attimi di vita prima della morte

di Anna Fraddosio Commenta

L’anamnesi è il termine con il quale, viene spiegato il fenomeno che averebbe nel momento della morte, dove tutta la nostra esistenza, i fatti accaduti nella vita, ci passano d’avanti in un secondo.
Questo fenomeno è stato riportato da molte persone comuni, che hanno subito incidenti gravi, ed hanno sfiorato per poco la morte, o quelli che risvegliati dal coma hanno riferito di aver visto tutta la loro vita passargli d’avanti.

Secondo gli spiritisti, che sono entrati in contatto con gli spiriti dei defunti, attraverso sedute spiritiche e medium, l’anamnesi avverrebbe perlopiù nel momento in cui, lo spirito, nonché la nostra anima, si risveglia in uno spazio ultraterreno.

I momenti che dovremmo ripercorrere, durante la morte, variano da persona a persona, infatti, alcune persone nel corso dei secoli, hanno riportato di aver ripercorso a ritroso tutta la loro vita, dal punto della morte, fino agli anni dell’infanzia, nei quali nessuno ha più ricordo, cioè quando si è neonati.

Un esempio classico, è quello dell’ammiraglio inglese Beaufort, il quale in gioventù, rischiò la vita annegando, e fu salvato quando era ormai privo di conoscenza. Egli in una lettera scrisse che poco prima di perdere i sensi, entrò in uno stato di pace ed ebbe una visione della sua vita nei particolari più dettagliati, ripercorrendola però a ritroso, e cioè dal punto in cui era annegato, fino all’infanzia, comprese le vicende di cui lui aveva perduto il ricordo.
Un altro caso simile a questo avvenne all’infermiere F.C che ebbe un incidente in auto, dove si capovolse per tre volte, rimanendo miracolosamente illeso. Egli raccontò che in quegli attimi dove l’automobile si girava su se stessa, gli affiorarono i ricordi della sua infanzia, dei suoi studi, del matrimonio e dei figli, tutto nei minimi particolari, ricordi e dettagli che aveva dimenticato da tempo.

Questi esempi, come detto prima, ci fanno capire, che ogni persona ripercorre diversamente gli attimi della propria esistenza, alcuni le ripercorrono a ritroso, altri dalla nascita fin al momento della morte, ed altri ancora hanno visioni della propria vita, a scopo morale, e cioè, al defunto, si presenta alla mente, tutte le cattive azioni che ha fatto nella vita. Secondo gli spiritisti questo fenomeno dell’anamnesi sarebbe il momento conclusivo della vita terrena, dal quale si passerebbe all’esperienza della vita come spirito su altri livelli, dove ci si confronterebbe con la propria vita, ci si spoglierebbe da tutte le colpe e da tutti i vizi, per essere, poi, pronti alla reincarnazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>