William Blake, pittore e poeta spiritista

di Marina 1

William Blake era un pittore e poeta inglese (1757-1827) fu un personaggio molto particolare, che alcuni definirono anche pazzo e visionario. Questo perchè aveva delle forti convinzioni che riproduceva nei suoi quadri.

Dipingeva divinità e demoni, scene che diceva essere della vita dell’aldilà, non frutto della sua immaginazione, bensì visioni che aveva ricevuto attraverso spiriti.

Alcuni dei suoi quadri rappresentavano scene molto simili a quelle che descrivevno le persone che erano state in punto di morte. Per la sua intera esistenza Blake sostenne di essere costantemente guidato dai messaggeri del cielo.

Il primo contatto che il poeta ebbe con il mondo degli spiriti risale a quando aveva quattro anni e raccontò di aver visto Dio. Passarono altrettanti anni prima che avesse una seconda visione, un angelo luminoso accompagnato da altri. Quando aveva ventinove anni assistette alla morte del fratello e affermò di averne visto l’anima staccarsi dal corpo e salire in cielo batendo le mani per la gioia.

Blake ebbe visioni per tutta la durata della vita e non ne fece mai mistero. Secondo il poeta, che aveva un’idea della religione e di Dio piuttosto differente da quella della società in generale, era convinto che l’idea del peccato, per come viene considerato dal cristianesimo, fosse solamente un modo per intrappolare gli individui ed incatenare il loro desideri. Pensava che costringere gli uomini a sottostare ad un codice morale a cui si doveva aderire fosse contrario allo spirito stesso della vita. Per lui la religione era qualcosa di diverso.

In vita le sue opere non ebbero grande riscontro e riconoscimenti. Ci ha lasciato non solo quadri, ma anche poesie intense e profonde che, se lette attentamente, ci danno un’idea di ciò in cui quest’uomo credeva. Una delle più significative è “se le porte della percezione venissero sgombrate, tutto apparirebbe all’uomo come in effetti è, infinito“. Molto spesso le persone al di sopra degli altri, che hanno la fortuna di vedere più in là del mero universo conosciuto dai cinque sensi, hanno difficoltà a farsi capire da chi non riesce ad andare oltre. Blake morì con un’espressione serena sul volto, dicendo che andava dove aveva sempre desiderato, la stessa espressione che passò tempo dopo sul volto della moglie al momento della morte, che parlò all’uomo come se lo avesse accanto. I misteri della vita sono davvero molti.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>